asp - asp.net - aspcode.it

COMMUNITY - Login
 Username:
 
 Password:
 
Voglio registrarmi!
Password dimenticata?
 Utenti on-line: 0
 Ospiti on-line: 6528
ASPCode.it - Store
lezione successiva >>

ASP: la guida introduttiva - Capitolo 1 - Introduzione ad ASP

   1.0   Cenni introduttivi
   1.1   Le Active Server Pages
   1.2   Questione di server
   1.3   Eseguire le pagine ASP in locale
   1.4   La prima pagina ASP

1.0 - Cenni introduttivi

ASP, acronimo di Active Server Pages, è una sigla utilizzata per indicare una particolare tecnologia, sviluppata da Microsoft sulla falsariga di PHP, mediante la quale è possibile realizzare delle pagine Web il cui codice venga processato dal server prima di essere inviato al client. Lo scopo di questa guida è quella di introdurre il lettore all'utilizzo della tecnologia ASP, mostrandone gli aspetti di base. Gli unici prerequisiti richiesti sono la completa conoscenza dei meccanismi di HTML, la conoscenza della sintassi di base di JavaScript ed un po' di praticità con il settore del web-publishing, oltre ad un minimo di confidenza con le più basilari tecniche programmative. Non sono richieste conoscenze relative ad altre tecnologie server-side simili ad ASP: l'apprendimento dei meccanismi di questo ambito lavorativo è uno degli scopi della guida stessa. Chi avesse scelto questa lettura per migrare verso ASP avendo già utilizzato precedentemente altre tecnologie server-side può considerare alcune nozioni che verranno presentate nel corso della guida come un semplice ripasso. L'unica fonte ufficiale di diffusione di questa guida è rappresentata da www.sauronsoftware.it, sito che potrà essere consultato quindi per ricercare materiale di supporto o versioni più recenti del manuale in questione. La redistribuzione di questo materiale è consentita solo su esplicito consenso del suo autore.

1.1 - Le Active Server Pages

Le Active Server Pages sono particolari pagine Web in grado di integrare al loro interno porzioni di codice, redatte mediante diversi linguaggi di scripting, che verranno elaborate dal server. Di questi script verranno inviati al client solo i rispettivi output. Il linguaggio di scripting solitamente utilizzato da una pagina ASP è VBScript, tuttavia è possibile scrivere pagine in ASP anche utilizzando altri linguaggi, come PerlScript o JScript, purché essi vengano supportati dal server che dovrà ospitare ed elaborare le pagine realizzate. Di norma oltre a VBScript è supportato perlomeno anche JScript. Gli esempi che presenteremo in seguito saranno scritti in JScript, ossia la versione di JavaScript targata Microsoft. Questa scelta, insolita per una guida introduttiva ad ASP, è motivata da diversi fattori. Per prima cosa JScript offre una maggiore chiarezza sintattica rispetto a VBScript, grazie alla sua sintassi C-like, ed inoltre JavaScript risulta comunque il linguaggio di scripting più diffuso nell'ambito delle tecnologie client-side. Per concludere il tipo di sintassi di JScript faciliterà la migrazione verso ASP a chi già sappia sviluppare pagine PHP e faciliterà il passaggio inverso a chi abbia deciso di approcciare le tecnologie server-side mediante questa guida. L'unica cosa che occorre sapere a questo punto è che ogni pagina che realizzeremo in seguito dovrà contenere come prima riga di codice la seguente:

<%@ LANGUAGE = JScript %>

che comunque non verrà mai omessa dagli esempi. Come riferimento a JScript va presa in considerazione la guida ufficiale liberamente distribuita da Microsoft, la cui versione italiana può essere scaricata dal lettore all'indirizzo www.sauronsoftware.it/javascript.

1.2 - Questione di server

Il primo elemento da prendere in considerazione quanto si sviluppano degli script client-side è indubbiamente il browser del potenziale utente. Nel caso di ASP e delle tecnologie server-side, invece, il primo fattore a dover essere preso in considerazione è il server sul quale bisognerà rendere disponibili le proprie realizzazioni. Non tutti i server supportano ASP, anzi, solo una minoranza di quelli diffusi lungo la superficie terrestre offre supporto per questa tecnologia. Sostanzialmente a supportare ASP sono solo i server firmati Microsoft (tranne eccezioni), come i server IIS in esecuzione su sistemi Windows NT. Questo significa che, per vedere funzionare quanto sarà realizzato a seguire all'interno di questa guida, è necessario trovarsi un server Web in grado di supportare adeguatamente ASP. Moltissimi servizi di hosting a pagamento garantiscono il supporto di ASP, mentre sono ben pochi gli spazi gratuiti che facciano altrettanto. Per mettere il lettore in grado di sperimentare on line i propri risultati si consigliano i seguenti servizi in grado di offrire gratuitamente ciò che si sta cercando: asp4free.ravenna2000.it, www.mso.it , www.domaindlx.com e www.atfreeweb.com.

1.3 - Eseguire le pagine ASP in locale

Si presume che il lettore, prima di provare i risultati on line, sia intenzionato a verificare la funzionalità delle pagine in locale sulla propria macchina. Per far ciò, purtroppo, non basta aprire con il browser un file con estensione .asp residente sul proprio hard disk, in quanto le pagine ASP hanno bisogno, per l'appunto, di essere prima elaborate da un server. Per risolvere questo problema gli utilizzatori di Windows 98 e successivi hanno la possibilità di installare all'interno del loro sistema operativo un piccolo server in grado di interpretare in maniera corretta le pagine ASP. Inserendo infatti nel proprio lettore CD ROM il CD di Windows è possibile installare il Personal Web Server (abbreviato PWS). Al termine dell'installazione l'hard disk conterrà una nuova cartella (inetpub) e sul desktop sarà presente una nuova icona sottotitolata Pubblica. I propri file .asp andranno a questo punto resi disponibili a partire dalla cartella inetpub\wwwroot\ e, dopo aver avviato il PWS mediante la schermata presentata al doppio click sulla nuova icona, sarà possibile visualizzarle all'interno del browser a partire dall'indirizzo http://localhost/.
Per guidare il lettore in questo procedimento si prenda il considerazione il seguente esempio effettuato con una comune pagina HTML. Si realizzi quindi un documento HTML e lo si vada a salvare con il nome prova.htm nella cartella inetpub\wwwroot. Si avvii ora il PWS (se non è già avviato) e si apra il browser Web preferito. Nella barra degli indirizzi del browser digitare http://localhost/prova.htm. Se la procedura è stata eseguita in maniera corretta il lettore dovrebbe essere ora in grado di visualizzare la pagina HTML realizzata all'interno del browser. La stessa procedura dovrà essere osservata in seguito per visualizzare off line le pagine ASP che verranno realizzate. La cartella inetpub\wwwroot è accessibile in tre diverse maniere: http://localhost (come già indicato), http://127.0.0.1 e http://nome_della_propria_macchina. Il nome della propria macchina può essere impostato da pannello di controllo > Rete > Identificazione. Se si modifica il nome in rete della propria macchina sarà necessario riavviare il sistema.

1.4 - La prima pagina ASP

E' ora finalmente possibile sperimentare la creazione di una prima pagina ASP di prova. Si salvi il seguente codice in un file nominato primapagina.asp e quindi si provi a pubblicarlo e ad eseguirlo on line o in locale, come suggerito nel paragrafo precedente.

<%@ LANGUAGE = JScript %>
<html>
<head><title>La mia prima pagina ASP</title></head>
<body>
Questa Ŕ una pagina asp!<br><br>

<%
var d = new Date();
var g = "" + d.getDate() + "/" + (d.getMonth()+1) + "/" + d.getYear();
Response.Write("Per il server oggi Ŕ il " + g);
%>

</body>
</html>

Eseguendo dal browser questa pagina il lettore potrà ammirare il risultato prodotto. Si provi ad aprire il codice HTML con l'apposita opzione del proprio browser: sarà possibile vedere come esso si discosti dal reale codice del file .asp. Per l'esattezza, infatti, tutto quello contenuto tra <% e %> non verrà di fatto mostrato. Al suo posto sarà presente la semplice frase "Per il server oggi è il " seguita dalla data odierna, come se si trattasse di una comune pagina HTML dove manualmente sia stata inserita quella specifica data. Il lettore provi ora a salvare in un secondo file lo stesso codice di sopra, cambiandone però il nome in primapagina.htm. Il browser mostrerà il codice che nell'esempio precedente veniva invece eseguito.
Dal piccolo esempio presentato si evincono tre aspetti fondamentali di ASP.
Per prima cosa si impara che i file con estensione .asp vengono in qualche maniera elaborati dal server prima di essere inviati al browser. Il server, infatti, processa questo tipo di file alla ricerca di script per lui eseguibili. Solo l'output di ogni singolo script viene inserito nel risultato finale inviato al browser.
Come seconda cosa si apprende il significato, in una pagina ASP, dei due tag speciali <% e %>. Questi, infatti, servono per racchiudere gli script che il server dovrebbe essere in grado di interpretare. Tutto quello che sarà contenuto all'interno di questi marcatori verrà inteso dal server come codice realizzato nel linguaggio di scripting specificato alla prima riga (nel nostro caso JScript). Se questo codice dovesse contenere errori l'esecuzione dello script viene interrotta e l'analisi della pagina bloccata. Nell'output HTML sarà presente una descrizione dell'errore.
Infine si può capire che ASP mette a disposizione del linguaggio di scripting utilizzato una serie di comandi aggiuntivi, come lo è nel nostro caso Response.Write(), il cui utilizzo appare evidente. Nel corso di questa guida saranno analizzati tutti questi "comandi speciali" e si comprenderà la loro utilità e il loro scopo.

lezione successiva >>


Utenti connessi: 6528