asp - asp.net - aspcode.it

COMMUNITY - Login
 Username:
 
 Password:
 
Voglio registrarmi!
Password dimenticata?
 Utenti on-line: 0
 Ospiti on-line: 3577
ASPCode.it - Store

  > > Tips

Le parentesi quadre nelle query SQL
di Paolo Capitani

Data di pubblicazione: 11/11/2002        Voto della community: 3,93 (Votanti: 5)

Nella gestione delle interrogazioni a un database MS Access (e non solo), prima o poi, si incontrano identificatori (nomi di tabelle o di campi) composti da pi¨ di una parola separate da spazio; in ogni caso, difficilmente troveremo nomi di campi o di tabelle costituiti da pi¨ di due parole. Se eseguiamo, per esempio, una query di selezione su una tabella denominata "fatture emesse" con la seguente sintassi:

SELECT * FROM fatture emesse

otterremo un errore. L'interprete della query infatti, riconoscerÓ come nome della tabella solo la parola "fatture" e darÓ un errore a causa della presenza della successiva parola "emesse".
Per ovviare a tale inconveniente, Ŕ necessario racchiudere i nomi di tabelle e campi fra parentesi quadre; generalizzando l'esempio appena visto al caso in cui anche i nomi dei campi siano costituiti da due parole:

SELECT [CAMPO 1], [CAMPO 2] FROM [fatture emesse]

Ovviamente Ŕ possibile utilizzare questa sintassi anche nel caso di campi o tabelle costituiti da un'unica parola.
Tra l'altro questa tecnica evita anche eventuali errori dovuti all'utilizzo, come nomi di campo o di tabella, di parole riservate SQL. Se per esempio la nostra tabella contenesse un campo denominato "PASSWORD", un'istruzione SQL del genere causerebbe un errore:

SELECT PASSWORD FROM <nometabella>

in quanto "PASSWORD" Ŕ una keyword riservata di SQL. Racchiudiamo quindi tale nome di campo fra parentesi quadre...

SELECT [PASSWORD] FROM <nometabella>

...e dormiamo sonni tranquilli! :-)




Utenti connessi: 3577